le ultime settimane

18 ottobre 2017

Eccoci qua. Nella nostra stanza preferita a goderci il sole. 


E' in pomeriggi come questo che avrei voglia di fermare il tempo o magari di mettermi a raccontar tutto quello che abbiamo passato nelle ultime settimane

Non si può ed è certo che non c'è modo di dare ordine alla mia confusione : )
...seguo le foto scattate e cerco i piccoli segni che mi aiutano a ricordare. 
Il giorno in cui presa dal matto ho messo in vendita il tavolo azzurro le sedie verdi e la piccola vetrina che conteneva i props ed ho iniziato a tappare i buchi sul muro appendendo i setacci 


il giorno in cui la casa era letteralmente ricoperta di fiori dono della ragazze di Puscina (sul mio sito ho raccontato di loro : qui il post




Il pomeriggio in cui ho pulito tutte le bottiglie e i barattoli  con la vetriola e le pietre.

la mattina in cui ho trovato un mini comodino per la piccola camera con il letto francese


e quello in cui ho deciso che questo inverno cambieremo il pavimento della veranda






quando ho portato a casa i nuovi vecchi mortai di pietra e marmo e i vasi di cui si era innamorato Paolo in Francia


i preparativi per il capanno in giardino 

e la nuova vecchia parete scrostata dell'ingresso








Firenze con Emiko Davies celebrando Acquacotta

16 ottobre 2017

Ricordo molto della mia infanzia e tante memorie sono legate alla scuola. Amavo sapere ed essere preparata. Un giorno la nostra suora dispose i banchi in cerchio e, al centro, su una sedia, adagiò uno scatolone decorato diversamente ad ogni lato. Chiese ad ognuno  di scrivere una bella descrizione e di leggerla ad alta voce. Ne uscirono una ventina di testi diversi: ognuno giusto ognuno incompleto. 

Forse è da allora che continuo a cercare, per ogni cosa, il confronto, forse è per questo che mi piace chi ama raccontare. Emiko è senza dubbio una di queste. 


Conosciuta attraverso italian table talk con Giulia e Valeria ho iniziato ad appassionarmi a lei  seguendo quotidianamente il suo account instagram dove ogni immagine racconta una storia o un mestiere della mia terra.
Qualche giorno fa ci siamo ritrovate ed ho avuto la possibilità di provare dal vivo molte delle ricette del suo secondo libro : Acquacotta.

Il libro è dedicato alla cucina della costa d'argento una incantevole area situata a sud della mia amata Toscana è suddiviso in 5 capitoli : dal bosco, dal mare e dalla laguna, dall'orto, dalla fattoria, dolci ed ha al suo interno alcune schede di approfondimento veramente ben curate.





 Uova sode con acciugata (uno dei tanti piatti insieme a crostini di pere pecorino e noci, polenta fritta e funghi, gnocchi di castagne, pollo all'aceto e il dolce più amato: il tronco)


  mercato di Sant'Ambrogio 


i rigattieri di Largo annigoni
  il mitico semel


Insieme a me in queste giornate di scambio e passione c'erano ancheValeria, Holly,  Valentina, Marina e, come si vede dai fiori, le inconfondibili sorelle Puscina.



Questa la parte di scatolone che nella mia relazione sarebbe mancata: la classica schiacciata con l'uva fatta coi fichi. Incredibile che in 40 non l'avessi mai provata... :)

Le Location:


Villa Medicea di Lilliano Wine Estate è una storica tenuta di famiglia in perfetto stile di vita toscano, informale e raffinata : giardini terrazzati,  cortili, piscine e 70 ettari di vigneti ed uliveti. Un sogno. Il sogno. Dal loro sito ci sono incredibili video che ne descrivono perfettamente l'atmosfera. E' già la terza 


appartamenti situati nella zona più bella di Firenze (diladdarno) trattorie enoteche e tutto ciò che di meglio la città ha da offrire. Finalmente ho potuto provare il brivido di chiudere un portone e vivere uno dei giardini nascosti di questa città.